Tête-de-Comagne

( 2.098 m)

Quota non elevata ma grande panorama

La Tête-de-Comagne o Testa di Comagna pur essendo solo alta poco più di 2.100 metri, data la posizione centrale, ha un ottimo panorama sulla valle centrale e sulla val d'Ayas.
La salita, non lunga ma abbastanza ripida, risale il costone boscoso per poi raggiungere l'ampio e panoramico crestone finale che conduce alla croce della vetta.

  • Tipologia

    Escursionismo

  • Partenza da

    Saint-Vincent

  • Periodo migliore

    Mag - Giu - Lug - Ago

Dati principali

Valutazione generale
Difficoltà E
Dislivello in salita 460 m
Lunghezza totale 5.700 m
Tempo totale 2h 30m
Frequentazione Media

Mappa

Vedi in mappa

Altri dati tecnici

Partenza Parcheggio col de Joux
Quota partenza 1.638 m
Quota vetta 2.098 m
Quota massima 2.098 m
Tratti esposti Nessuno
Dislivello in discesa 460 m
Tempo salita 1h 30m
Tempo discesa 1h 0m
Segnavia salita 107, 1B
Segnavia discesa 1B, 107

Descrizione partenza

Dal casello autostradale di Châtillon svoltare a destra verso Saint-Vincent.
Superare un semaforo e seguire in direzione di Saint-Vincent.
Si affronta la salita per poi svoltare a sinistra per risalire il versante, si percorre un tratto verso destra e si incrocia la strada che conduce al Col de Joux.
Si segue la strada sino al colle dove sulla destra si trova un parcheggio sterrato.

Descrizione percorso

Dal parcheggio tornare indietro lungo la strada asfaltata per qualche decina di metri per poi trovare a sinistra la strada rurale che entra nel bosco.
Dopo qualche centinaia di metri, poche decine di metri dopo al cartello che scende a Pallù,  lasciarla per svoltare a sinistra nel sentiero, che si segue nel bosco sino a raggiungere un canalone.
E' anche possibile, dopo 100 metri dall'inizio della strada rurale seguire a sinistra un sentiero nel bosco che si ricongiunge all'itinerario precedente.
Si attraversa il canalone e si risale con ripidi tornanti sino a raggiungere un punto in cui si domina la Valle d'Ayas.
A questo punto si attraversa il ripido bosco verso destra e si raggiunge il crestone e il sentiero proveniente da Sommarèse.
Si prosegue su un rado bosco di larici sino a uscirne e percorrere il pianeggiante crestone finale che ci porta alla croce di vetta dove lo sguardo va dalla Val d'Ayas fino a tutta la valle centrale con in fondo il Monte Bianco.
Il ritorno si effettua per lo stesso percorso.

Ultimo aggiornamento

13 Giugno 2024, 08:34